Il Casarano è ancora al secondo posto di una strana classifica che avrà esito solo domenica prossima. Col Fasano, già promosso, si deve cercare di fare il massimo per garantirsi il secondo posto:«Non voglio far previsioni – dice subito il tecnico Pietro Sportilloanche perché a me non ha mai regalato nulla nessuno. C’è chi dice che il Fasano, già pago, non si impegnerà al massimo. Io conosco quei calciatori, veri professionisti, non lasceranno nulla d’intentato. Da qui la necessità di impegnarci allo spasimo, come abbiamo fatto oggi».

Si ferma per ripercorrere alcune fasi della gara:«I ragazzi oggi hanno interpretato una partita perfetta, forse la migliore dell’annata sotto ogni punto di vista – aggiunge – abbiamo incontrato una squadra con tanta qualità, una squadra che conosce l’Eccellenza. A scorrere i nomi dei calciatori del Bitonto si accappona la pelle. A questi si aggiunge il tecnico Zinfollino che conosce il mestiere. Tutto questo mi fa fare i complimenti ai miei ragazzi che hanno fatto una gara degna del Casarano. Peccato che non siamo stati sempre a quest’altezza. Purtuttavia, abbiamo evidenziato che il Casarano c’è, non è perfetto, ma capace  di imbastire un gioco di rilievo».

Purtroppo, non sempre avete potuto fruire di tutti i calciatori nei vari reparti:«Una squadra nasce e l’allenatore la allena. Poi sono mancati i vari infortunati e ne abbiamo avuti tanti, forse troppi. Non sono mancati gli squalificati. Ma questo fa parte del calcio e tutte le squadre, chi più, chi meno, sono soggette. Ora, però, pensiamo a quel che ci spetta domenica. Dobbiamo giocare come oggi, senza ansie represse, senza soggezioni. Abbiamo  la possibilità di garantirci il secondo posto. Faremo di tutto per non farcelo sfuggire».

Oronzo Russo
Gazzetta del Mezzogiorno 16/04/2018

I commenti sono chiusi.