Il Casarano ha perduto in casa una gara che mai avrebbe sognato di sprecare. Il tecnico Sportillo, che ora sente le proteste dei tifosi fuori dello stadio che reclamano il suo allontanamento, affronta così la conferenza:«Non c’è molto da dire – sottolinea – il Bitonto ha meritato di vincere la partita perchè ha giocato meglio, con più qualità. Abbiamo sbagliato quasi tutto, palleggio, a livello tecnico, anche quando eravamo soli e liberi. Non lo so. Ho visto nella squadra la paura di giocare, una strana ansia, che ci hanno portato a sbagliare cose molto semplici. Che dire? Sono rammaricato perché in due partite in casa abbiamo fatto un punto. E’ stata una sconfitta meritata».

Nel recupero è stato annullato un gol di AntenucciNon ho potuto giudicare dalla mia posizione».

Ora bisogna andare ad AvetranaCerto, io farò quello che ho sempre fatto, il mio lavoro. Per come ho visto i ragazzi in settimana non mi aspettavo questa gara nella quale abbiamo sbagliato sotto tutti i punti di vista. Ci rimboccheremo le maniche cercando di capire dove e perché sbagliamo».

C’è stata mancanza di volontà? «Ma no, io ho visto ansia, una strana ansia che faceva sbagliare cose semplicissime che abbiamo sempre fatto. Sbagliare i passaggi semplici, di cinque, di due metri, lo stop, il controllo, significa che non stai bene psicologicamente. L’Omnia ha giocato meglio di noi ma ha fatto solo due tiri in porta, frutto di nostri regali, che ci condannano. Non mi spiego questo atteggiamento. Non siamo stati equilibrati ed aggressivi».

Nel frattempo i tifosi fuori dello stadio rumoreggiavano mentre la società, in riunione, cercava di capire quanto accaduto. Non è stato possibile sapere nulla circa il futuro del tecnico. Certamente, si tratta di una riunione che andrà per le lunghe, fors’anche per oggi. Non è facile, infatti, prendere delle decisioni tanto importanti in così poco tempo.

Oronzo Russo – Gazzetta del Mezzogiorno 12/02/2018

I commenti sono chiusi.