Il Casarano ha vinto con l’Otranto ed ora si trova al secondo posto in classifica con Gallipoli ed Avetrana. Domenica prossima è atteso dal Trani in una gara che s’annuncia molto tirata:«Penserò domani al Trani – ha detto a fine partita il tecnico rossazzurro Pietro Sportilloora mi va di assaporare la vittoria e riflettere su questa partita piena di indicazioni. Mi è piaciuta la mia squadra del primo tempo allorquando abbiamo praticato un gioco niente male. Peccato che quell’arbitro ci abbia negato ben due penalty nei primi cinque minuti. Mi conoscete – aggiunge il tecnico – non ho mai parlato degli arbitri ma quello di oggi vale per tutti».

Da un po’ di tempo, infatti, vengono negati penalty nettissimi, vengono prese decisioni illogiche e contro i regolamenti…«Ma no – stoppa il tecnico – nel calcio queste cose accadono ed anche spesso. Quello che ho visto oggi, però, ha dell’inverosimile. Non solo questi avvenimenti fanno male alla squadra ma anche ai calciatori. Personalmente ho giocato al calcio e vi assicuro che quando accadono, ti senti nello stomaco dei morsi che devi essere bravo a superare. Lo sbandamento susseguente demotiva i calciatori che sono solo dei ragazzi, senza aiuti psicologici. Se sentono dei mugugni tra il pubblico si sentono svenati, non tanto facilmente superano l’avvenimento. Spetta al tecnico, alla società ed agli anziani riprenderli riportando la loro caratterialità a prima della demotivazione».

Comunque siete secondi in classifica:«Ma ci tocca andare a Trani dove non ci attendono con i fiori. Spero di poter avere in squadra almeno Vergori e Stranieri oltre a D’Arcante ed essere risparmiati dall’influenza. Se siamo secondi in classifica è merito di questi ragazzi ma questo campionato è composto da squadre che si equivalgono. Puoi vincere con tutti e puoi perdere. Sono fermamente convinto che è necessario stare tutti insieme per superare le difficoltà, incoraggiare i calciatori chiamati ad un grande sforzo. Anzi, se vanno fatti dei rimproveri che vengano fatti a me, che sono il primo responsabile».

Oronzo Russo
Gazzetta del Mezzogiorno 08/01/2018

I commenti sono chiusi.