Dopo un buon cammino lontano dal “Capozza“, arriva il primo stop in trasferta per i rossazzurri: al “Fausto Coppi” di Ruvo, i padroni di casa ottengono il primo successo in campionato per 2-1, grazie alle reti di Ventura e Lasalandra, con il gol del momentaneo pareggio siglato da Tardo.

Mister Sportillo ne cambia quattro rispetto alla gara con il Barletta della scorsa domenica: Casalino al posto di Stranieri, Trovè per Stringano, Portaccio per Zaminga e Lorusso per Pignataro, nel consueto 3-5-2. A specchio i padroni di casa, con la coppia d’attacco formata da Ventura e Lasalandra. Buon avvio delle Serpi che ci provano subito con Caputo, con una serpentina conclusa con un destro a lato. La risposta del Bisceglie arriva intorno alla metà della prima frazione con Ventura, abile a calciare a giro ed a costringere Milli alla deviazione in angolo. Sul calcio d’angolo seguente, il direttore di gara ravvisa un tocco con una mano, in mischia, di un giocatore rossazzurro: dal dischetto si presenta lo stesso Ventura che porta in vantaggio i suoi, con il giovane numero 1 ospite vicino alla respinta. L’1-0 scuote il Casarano che tenta la reazione, con la squadra di Rumma abile ad arroccarsi in difesa e chiudere gli spazi. Le Serpi ci provano in più occasioni su palla inattiva e, nei secondi finali del primo tempo, arriva il pareggio proprio su un calcio di punizione battuto da Caputo: sullo spiovente in area è Tardo il più rapido a spingere il pallone in rete, per l’1-1.

La ripresa si apre con il Casarano in avanti alla ricerca del secondo gol. Al 49′ è Quarta ad impegnare Amoroso con un destro dalla distanza, respinto in angolo: in battuta è Caputo a tentar gloria direttamente dalla bandierina, ma il numero 1 di casa è attento e sventa ancora la minaccia. Pochi minuti più tardi il Bisceglie resta in dieci uomini per la brutta entrata di Bufi su Caputo: rosso diretto e gara che sembra svoltare in favore dei rossazzurri, ma così non è. Passano appena 120 secondi ed è proprio la squadra di Rumma a portarsi nuovamente in vantaggio: punizione dalla trequarti e palla che arriva sui piedi di Lasalandra, in area, rapido a calciare in diagonale sul secondo palo e battere Milli, per il 2-1. Oltre il danno, la beffa: sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore dei rossazzurri, al 62′, Vergori svetta per impattare ma frana su Quercia. Rosso diretto e parità numerica ristabilita in poco più di dieci minuti di gioco. I rossazzurri cercano di rimontare e schiacciano i padroni di casa: al 67′ è Zaminga calciare dalla distanza, ma Amoroso è attento e non si fa sorprendere. Dentro anche Pignataro per un forcing finale a tinte rossazzurre: proprio il neo entrato vede la sua girata di testa stamparsi sulla traversa, su cross dalla destra. Nei secondi finali arriva il gol del pari siglato da Quarta ma, per l’assistente, la posizione del fantasista numero 10 è irregolare. Termina con il primo ko esterno la gara del “F. Coppi”, con il Casarano più volte vicino al pareggio e con un’altra insidiosa trasferta da affrontare tra pochi giorni: giovedì 16 novembre, nella tana del Fasano, i ragazzi di Sportillo giocheranno l’andata della semifinale di coppa Italia.

TABELLINO

Uc Bisceglie-Casarano Calcio 2-1 (27′ rig. Ventura, 53′ Lasalandra; 45’+3 Tardo)

UC Bisceglie: Amoroso, Bufi, Quercia, Bartoli, Mastropasqua, Stella, Dell’Oglio, Binetti (76′ Colella), Ventura, Lasalandra (61′ Liberio), Quacquarelli.
A disposizione: Napoletano, Monopoli, Palumbo, Gabbino, Vispo.
Allenatore: Rumma.

Casarano Calcio: Milli, Tardo (85′ Presicce), Schirinzi, D’Arcante (76′ Lenoci), Vergori, Casalino, Trovè, Portaccio (65′ Zaminga), Lorusso (64′ Pignataro), Quarta, Caputo.
A disposizioneMontagnolo, Stringano, Marretti.
Allenatore: Sportillo.

Arbitro: sig. Grosso di Bari.
Assistenti: Abbinante di Bari-Ruggiero di Brindisi.

Ammoniti: Bartoli, Mastropasqua, Ventura, Liberio (U); D’Arcante, Lenoci (C).
Espulsi: Bufi al 51′ (B); Vergori al 62′ (C).
Recupero: 3′ pt; 4′ st.

 

Responsabile Comunicazione
Lorenzo Errico

I commenti sono chiusi.