Campionato finito, grande delusione, massima soddisfazione per aver messo su una squadra altamente competitiva, volontà incredibile di proseguire quanto iniziato l’8 agosto scorso: «Dire ora quel che sarà – ha detto il presidente Dario Primicerinon è possibile. Tra noi dirigenti abbiamo parlato ma ci ripromettiamo di darci appuntamento per definire molte cose e per dare una risposta prima a noi stessi e poi agli altri, soprattutto ai tifosi che tribolano non poco per capire cosa riserva il futuro. Vi sono delle concrete possibilità che venga organizzata una squadra con le stesse competenze di quest’anno? É questa la domanda che ci vien fatta da più parti. Da quel che ci sembra possa accadere ci sono delle persone di buona volontà che potrebbero entrare a far parte del nostro gruppo. Ma tutto è in fieri e c’è bisogno di tempo per capire. Se oggi c’è una buona volontà, domani potrebbe essere il contrario». Come dire che fa chiaramente capire che ci sta un gran lavoro per portare al Capozza quanta più gente possibile per mettere su una società capace di affrontare il campionato: «Certo – dice chiaramente – abbiamo bisogno di aiuti da parte di tutti. Purtroppo, questo non è tempo di mecenatismi ma di buona volontà da parte di tutti gli appassionati. Con il supporto di molti si possono fare grandi cose. Una cosa è certa – aggiunge – non siamo i tipi che annunciano al mondo di stravincere tutti. Sappiamo di dover fare affidamento sulle nostre sole forze e, quindi, adotteremo una politica logica e senza impennate».

Oronzo Russo
Gazzetta del Mezzogiorno 08/05/2017

I commenti sono chiusi.